Falcetta e Paradiso, l’oro dell’Atletico. Il diesse Ciampa: “Ci abbiamo visto bene”

Paradiso e Falcetta. l’Atletico Ladispoli si coccola i suoi due gioielli grandi protagonisti di questo inizio di campionato. In agosto era stato ingaggiato dal presidente Aurelio Nicolini e dal diesse Ciampa come il centrocampista che avrebbe dovuto far compiere il salto di qualità alla squadra. Ed invece Francesco Paradiso ha sorpreso tutti: qualità e quantità in mezzo al campo ma soprattutto tanti gol. Già cinque in questo campionato. Vice capocannoniere dietro Mechilli del Capranica. Il direttore sportivo biancorosso Fabio Ciampa esalta le sue doti: “Io lo conoscevo già da tempo, da quando ho iniziato la mia attività di direttore sportivo ero dietro a Francesco, solo che lui faceva categoria superiore ed era inavvicinabile. Sono contento che quest’anno si sia messo a disposizione di squadra e società. Ci abbiamo visto bene come su tanti altri ragazzi”.
Su Falcetta si può fare un discorso a parte. Prima rete, anzi prima doppietta in categoria alla tenera età di 18 anni. il diesse Ciampa lo è andato a cercare fino a Fiumicino per portarlo all’Atletico:  “Già due anni fa negli allievi regionali del ladispoli mi aveva impressionato. Quest’anno l’abbiamo ritrovato a Fiumicino ma siamo riusciti col presidente a portarlo con noi anche grazie all’aiuto del portiere Tirabassi. Parliamo di un ’97 che in futuro dovrà fare altre categorie, magari insieme a noi. E’ un centravanti vero che protegge la palla. Domenica mi ha stupito anche nell’elevazione di testa”.
Tornando alla squadra questa larga vittoria contro la Real Teverina ha senza dubbio caricato tutto l’ambiente biancorosso che da martedì si metterà a preparare la difficile trasferta di Ischia di Castro. Il secondo posto non accontenta lo stesso Ciampa: “Insieme a San Lorenzo, Tuscania e Capranica possiamo giocarci il titolo. Ogni domenica puoi incontrare una battuta d’arresto. Bisogna restare coi piedi a terra e vivere alla giornata”.

POST RECENTI