Atletico ko a Capranica ma basta con questi arbitraggi

CAPRANICA – ATL.LADISPOLI 1-0
Capranica:
Sabatini, Arriga S. Pagano Pollini Chiarabini Salvitti St. Arriga A. (25’st Tomassetti) Salvitti M. Biancalana (34’st Buratti) Mechilli Floccari. All. Gavazzi a disp. Barrocci Tomassetti Zanganelli Orsi Brunetti Buratti Fanti.
Atletico Ladispoli: Tirabassi, Moretti, Dolente (10’st Simeone) Renzi, Chiocca, Murgante, Castelletti (17’st Valente) Palombini, Di Micco, Esposito, Chistol. All. Silvestri a disp. Clementi Loconzolo Piscitelli Testa Falcetta.
Arbitro Alessio Ciaccia di Tivoli
Reti 6′ st St. Salvitti
Note ammoniti Matteo Salvitti, Murgante, Castelletti, Dolente Moretti, Mechilli Esposito Chistol. Espulso Renzi. Allontanati i tecnici Gavazzi e Silvestri

Il Capranica infligge la seconda sconfitta stagionale all’Atletico Ladispoli ma ancora una volta sono gli arbitraggi a condannare pesantemente la formazione ladispolana che comunque non ha certo fornito oggi una delle sue migliori prestazioni.
Una rete quella di Salvitti presumibilmente irregolare ma soprattutto l’espulsione di Renzi per proteste, quella immotivata del tecnico Silvestri e le sei ammonizioni stanno ad indicare una direzione di gara al di sotto delle aspettative. Per l’ennesima occasione i biancorossi chiudono il match in inferiorità numerica. Colpa forse di qualche protesta di troppo ma senza dubbio dell’atteggiamento poco equilibrato da parte del signor Ciaccia di Tivoli che ha sempre bloccato con una punizione o un cartellino gli interventi dei giocatori dell’Atletico. Ladispoli che ha risentito fortemente delle contemporanee assenze di Leccesi, Paradiso, Ciavarella e Bernardini.
Il Capranica è stato più propositivo dal punto di vista del gioco sfruttando un campo dove era impossibile mettere in pratica la tecnica dei giocatori biancorossi. Un ko che porta la squadra di mister Silvestri con solo due punti di vantaggio sul San Lorenzo Nuovo. l’importante però è essere ancora davanti. ora una settimana di sosta per ricaricare le pile prima del ritorno in campo fra due settimane in casa contro il fanalino di coda Latera.

POST RECENTI